FAQ - Domande e risposte

Posso spedire i magneti per posta?

Sì, se l'imballaggio è adeguato. A questo scopo ci sono tre possibilità:
  1. Disporre i magneti antiparallelamente
  2. Aumentare la distanza fra i magneti e l'imballaggio
  3. Applicare ai magneti una schermatura metallica

Indice
In caso di spedizione tramite posta aerea, ci sono severe regole da rispettare. Vedi a proposito spedizione tramite trasporto aereo.
Nel caso in cui il pacco venga spedito tramite posta ordinaria, valgono le regole della Posta. Queste differiscono da Paese a Paese e in alcuni stati non esistono norme specifiche per la spedizione dei magneti.
Ciononostante vi consigliamo di osservare alcune regole per la spedizione, poiché in caso di imballaggio inadeguato i magneti possono causare diversi problemi. Possono danneggiare il contenuto di altri pacchi (carte di credito, dischi rigidi, monitor, etc...) oppure interferire con gli impianti di smistamento della posta. Infine, il vostro pacco potrebbe rimanere attaccato a un supporto metallico e il suo contenuto fuoriuscire.
Per evitare questi danni, è necessario imballare i magneti in modo adeguato. Per far questo ci sono tre possibilità che possono essere usate singolarmente o in combinazione tra loro:

1. Disposizione dei magneti

Se spedite diversi magneti in una volta sola, è possibile ridurre notevolmente il campo magnetico grazie alla giusta disposizione dei magneti all'interno del pacco. Due o più magneti devono essere disposti in modo che una metà sia parallela all'altra con i poli che guardano nella direzione opposta.
Se ad es. voleste spedire 50 dischi magnetici di 10 mm di diametro e 3 mm di altezza, questi magneti si disporranno quasi da sé in una "stanga" lunga 50 x 3 = 150 mm. Ma non è consigliabile spedire la stanga così com'è, bensì dividerla nel mezzo in modo che 25 magneti guardino con il polo nord in una direzione e l'altra metà sia disposta parallelamente con il polo nord che guarda nell'altra direzione. I magneti vengono in questo modo neutralizzati e il campo magnetico del pacco viene ridotto quasi a zero, senza grossi sforzi. Naturalmente, è possibile disporre anche quattro, sei o più "stanghe" parallelamente l'una all'altra.
Se dovete spedire soltanto 2 magneti, può accadere che questa disposizione non sia stabile, cioè che i magneti non vogliano rimanere in questa posizione anti-parallela. Appoggiando i magneti su un supporto metallico, un magnete con il polo nord e l'altro con il polo sud sul supporto, questi verranno stabilizzati e la chiusura del circuito magnetico verrà anzi migliorata dal supporto metallico, vale a dire il campo magnetico diminuirà ulteriormente.
Più sfere magnetiche possono essere semplicemente disposte in cerchio per neutralizzare il campo magnetico.
Lo scopo della disposizione è che tanti più poli nord e sud dei singoli magneti guardino nella stessa direzione.

2.Creare distanza

Il campo magnetico di un magnete diminuisce rapidamente all'aumentare della distanza. Per questo è consigliabile che il pacco sia più grande possibile e che i magneti siano posizionati al centro. Che lo spazio vuoto venga riempito con carta, polistirolo, cuscini d'aria, cartone o legno è del tutto ininfluente. A parte il ferro, tutti gli altri materiali non costituiscono alcuna barriera per i campi magnetici e solamente l'aumento della distanza è responsabile della diminuzione del campo magnetico. Naturalmente è necessario fissare i magneti nel centro del pacco in modo che non si spostino verso l'esterno durante il trasporto.
La spedizione di magneti di grosse dimensioni in una busta da lettera è pertanto sconsigliabile, in quanto la distanza dall'esterno non è sufficiente.

3. Schermatura metallica

Se i metodi più "economici" della disposizione neutralizzante o della dimensione eccedente del pacco non dovessero bastare, allora rimane l'utilizzo del metallo come schermatura. Una lamiera in ferro può ad es. essere avvolta intorno a un magnete di grosse dimensioni. Non è strettamente necessario che la lamiera e il magnete si tocchino, però è importante che la lamiera produca un "cortocircuito" magnetico, cioè che conduca dal polo nord al polo sud del magnete. Una lamiera di metallo al polo nord e un'altra al polo sud, se non sono collegate fra loro, non producono alcun effetto di schermatura. La schermatura ideale è rappresentata da una scatola metallica che racchiuda completamente i magneti. Più potente è il magnete, più completa deve essere la schermatura, più spessa deve essere la lamiera, in modo che non ci sia una saturazione magnetica e si possa generare il "cortocircuito magnetico".

Test della graffetta

Per verificare che un pacco non sia troppo magnetico, la superficie dovrebbe essere misurata in tutte le direzioni con un teslametro, dopo aver stabilito un valore limite accettabile. Di solito questo non è possibile. Un test facilmente realizzabile è il test della graffetta: una graffetta tenuta accanto al pacco non dovrebbe rimanere attaccata, bensì cadere da qualunque posizione. Ad essere ancora più severi, bisognerebbe tenere la superficie da verificare non verticalmente, bensì inclinata ad es. a 45 gradi e verificare che la graffetta scivoli senza ostacoli lungo l'intera superficie. Se il test ha successo, potete stare sicuri che non ci saranno problemi con il trasporto del pacco e la spedizione arriverà intatta, senza rimanere attaccata da qualche parte o danneggiare altre spedizioni.

Spedizione di diversi tipi di magneti

Durante il trasporto è necessario mantenere le seguenti distanze minime tra i diversi tipi di magneti per evitare danni dovuti alla smagnetizzazione reciproca:
Ferrite Neodimio AlNiCo
Ferrite - 22 mm 0 mm
Neodimio 22 mm - 43 mm
AlNiCo 0 mm 43 mm -